MONDIALI 1998, SEMIFINALE FRANCIA – CROAZIA 2-1: LA DOPPIETTA DI LILIAN THURAM.

LIBERO DI AGIRE PERCHÈ LIBERO DI PENSARE: QUANDO THURAM RISCRISSE LA STORIA DEL MONDIALE DI FRANCIA ’98. Esistono delle espressioni di uso comune che hanno un potere evocativo inspiegabilmente più forte di altre, quasi possedessero un’aura magnetica, una superficie più vellutata per la parte tattile della nostra sensibilità. Una di queste espressioni è quella della […]

IL GOAL DELL’EX.

Dalla rabbia per l’amore tradito alle scuse. Cercare nei tormenti di Catullo, eternamente intrappolato tra odio e amore, le motivazioni per un rapporto così apparentemente incompatibile potrebbe essere complesso e non completamente risolutivo, talmente forte era la convinzione del poeta che questi due sentimenti dovessero far fronte ad una natura ineluttabilmente complementare. Forse, facendo riferimento […]

“PER ME SIETE TUTTI TITOLARI”.

UN’ASSUNZIONE DI RESPONSABILITÀ SCAMBIATA, A VOLTE, PER GARANTISMO. Decidere chi sarà titolare e chi andrà in panchina rappresenta spesso la prova del fuoco per molti allenatori, lo sparti acque umano tra chi sarà riconosciuto e rispettato dai propri giocatori e chi verrà stritolato dall’assottigliarsi dei confini tra i diversi ruoli. Esattamente come succede ai genitori, […]

RENÈ HIGUITA: SCORPIONE, ISTRIONE O ILLUSIONE?

Ci sono delle performance che, pur avendo avuto un forte impatto nel momento in cui sono avvenute, sembrano raccogliere la completezza del loro significato solamente nel tempo. Quando nel 1969 Charles Aznavour cantò alla televisione italiana la canzone “L’Istrione” non tutti riuscirono ad inquadrare le complesse sfumature dell’interpretazione che quel piccolo cantante francese di origini […]

L’ABBRACCIO DELL’ANIMA.

IL POTERE INARRESTABILE DELLA COMUNICAZIONE. Quando nel 1971 Paul Watzlawick scrisse insieme a Janet Helmick Beavin e a Don D. Jackson “La pragmatica della comunicazione” il messaggio dirompente che veicolò fu che i rapporti interattivi tra individui fossero determinati essenzialmente dai tipi di comunicazione adoperati. In quest’opera fondamentale vennero stilati cinque assiomi della comunicazione, il […]

TALE PADRE, TALE MISTER.

Passando a un’altra tipologia di figura paterna risulterà sicuramente meno accogliente ricordare l’immagine dell’allenatore della Fiorentina, Delio Rossi, quando aggredì il suo giocatore, Adem Ljaic, dopo una sostituzione contestata fortemente da quest’ultimo. Quel momento costò l’immediato licenziamento dell’allenatore e, di fatto, la fine della sua carriera ad alti livelli. Diffusosi a macchia d’olio anche grazie […]

“IL PALLONE È MIO E FACCIAMO COME VOGLIO IO!”

Quando Di Canio si prese un rigore che non gli spettava. “Sei scarso, vai in porta!” “Chi fa l’ultimo goal vince” “Adesso sto io in attacco!” Esistono delle dinamiche primordiali nel calcio a cui, chi ha partecipato visceralmente alle sue manifestazioni, sarà eternamente assoggettato e da cui non potrà mai completamente emanciparsi. Quando da bambini […]

LA STATUA DI MARIO.

Balotelli e il suo monumento. Il chiasma in letteratura è una figura retorica che accosta due membri concettualmente paralleli in modo che i termini del secondo siano disposti nell’ordine inverso rispetto al primo per interrompere il parallelismo sintattico. In biologia invece il chiasma rappresenta un punto di contatto, d’incrocio. Il chiasma può essere declinato in […]

“DENNIS AGGIRA TUTTO”.

La classe di Bergkamp come sfumatura dell’evitamento. “Ma dove ha fatto passare il pallone?” “Come ha fatto solo a pensare ad una giocata del genere?” Ecco, è esattamente questo il punto! Pensare una giocata del genere… Nel calcio si usano in maniera rigidamente distinta le parole “gesto tecnico” e “giocata”, perché ideologicamente devono stare su […]

L’INARRESTABILE LEGGEREZZA DI RYAN GIGGS.

L’arte (perduta?) della finta di corpo. C’è un ragazzo che corre all’impazzata dopo essersi tolto la maglia della propria squadra, la sventola come fosse una bandiera mentre esibisce un torace che sembra rappresentare il calcio dei pionieri piuttosto che quello di una contemporaneità imbevuta di un edonismo istituzionale. I compagni esultanti intorno a lui hanno […]