LEYTON ORIENT: LA GUERRA CIVILE IN RUANDA E QUELLE 5 STERLINE.

Direzione Brisbane Road

Oggi vi raccontiamo una storia speciale e per farlo viaggiamo in direzione Brisbane Road, la casa del Leyton Orient, club dalle origini antichissime.

1881

Nel 1881 l’East London era la sede di una delle squadre di cricket più forti della città, la Glyn Cricket Club, finanziata dal Primo Lord di Hillingdon. Alcuni membri del club decisero di fondare una squadra di calcio per potersi allenare anche durante i mesi invernali nei quali non si giocava a cricket.

Oriente

Uno dei giocatori più rappresentativi della squadra, impegnato anche nella Orient Steamship Navigation Company, ebbe l’idea di inserire all’interno del logo del club il suffisso Orient, ovvero Oriente. Questo ne indicava la collocazione geografica della squadra di calcio. Nel 1905 l’Orient iniziò a muovere i primi passi nei primi tornei amatoriali, in cui giocò per molti anni.

The O’s

La squadra giocava con una divisa rosso acceso e si guadagnò il soprannome di The O’s, per via della O dietro la maglietta, che con gli anni cambiò tonalità, per poi tornare dopo gli anni ’50 al rosso classico. Dopo la Seconda Guerra Mondiale l’Orient divenne il Leyton Orient Football Club, disputando la sua prima e unica stagione in First Division, 1962/1963, culminata con la retrocessione.

Sull’orlo del baratro

Nel 1995 la squadra fu sull’orlo del baratro rischiando di fallire, poiché le piantagioni di caffè in Ruanda, dell’allora presidente Tony Wood, andarono distrutte durante la Guerra Civile. Il Leyton fu messo in vendita alla simbolica cifra di 5 sterline, pagate da Barry Hearn, che nel 2014 vendette il club all’imprenditore Francesco Becchetti.

Sogno promozione

In tre anni di presidenza rimediò due retrocessioni. Il Leyton Orient nel 2014 si rese protagonista di un reality show con l’obiettivo di ingaggiare nuovi talenti. Oggi i londinesi militano nella Football League Two e sono primi in classifica. A Londra Est il sogno è quello di guadagnarsi la pro0mozione in League One.

 Se vi doveste mai trovare da quelle parti, fate un salto al Brisbane Road.

Antonio Marchese

Antonio Marchese è uno scrittore freelance e creatore di contenuti. Produce podcast, video storytelling e scrive libri (nel 2019 pubblica Il Calcio tra le Case).
Un giorno decide di fare le valigie e lasciare la sua casa di Milano per esplorare il mondo e intraprendere una serie di viaggi, che lo porteranno a stabilirsi a Londra, città dove vive tuttora.
 
Nell’aprile del 2020 fonda Il Calcio a Londra, piattaforma social (Facebook, Instagram, Twitter, Youtube) da cui si sviluppa il sito web www.ilcalcioalondra.com.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche