LA PARTITA DI CALCIO: PRESTAZIONE CALCISTICA O PRESTAZIONE ATLETICA – 2^ PARTE.

Grazie a Caterina Gozzoli, Edgardo Zanoli e Domenico Gualtieri, fonti di sapere.

Dopo le premesse fatte nella prima parte dell’articolo, proviamo a fornire, in estrema sintesi, quali siano i costrutti pratico/teorici dell’approccio metodologico implementato e che ci ha guidato nei contesti lavorativi in cui, io e i miei colleghi, abbiamo lavorato.

Le linee metodologiche possono prendere spunti ed ispirazione da modelli di altri club ma non possono essere mutuate.

La rielaborazione delle esperienze vissute ci porta a stabilire quanto sia importante definire un modello specifico che tenga conto delle peculiarità del contesto.

Partiamo con il definire la concezione di talento negli sport di squadra e, nello specifico, nel calcio:

Secondo il paradigma costruttivista che tiene conto della complessità del gioco del calcio, il talento è intreccio di diversi elementi, siano essi innati oppure acquisiti nel tempo. È potenziale che si può aumentare o disperdere e, pertanto, va accompagnato e sviluppato in modo più sinergico e completo possibile per evitare che non riesca a crescere o addirittura svanisca. Da ciò si evince l’importanza del contesto relazionale, del tipo di ambiente circostante nonché della parte genetica.

È importante esplicitare quale sia l’approccio relativo all’apprendimento.

Concezione di apprendimento:

Da un’idea di apprendimento tipico del comportamentismo (in sintesi l’essere umano apprende, viene influenzato e rafforzato dall’ambiente che lo circonda) o cognitivismo (il soggetto è attivo nel mondo in cui si muove e vive), si adotta l’approccio costruzionista che sottolinea, tra le altre, le seguenti caratteristiche dell’apprendimento efficace:

  • Attivo, che rende responsabile il giocatore dei propri risultati.
  • Costruttivo, attraverso l’equilibrio tra ciò che è acquisito e ciò che il soggetto medesimo innova
  • Collaborativo, intenzionale, in quanto coinvolge attivamente e pienamente il soggetto nel perseguimento degli obiettivi cognitivi.
  • Conversazionale, perché coinvolge i processi sociali e in particolare quelli dialogico creativi.
  • Contestualizzato, in quanto i compiti di apprendimento coincidono con i compiti significativi del mondo reale.
  • Riflessivo, in quanto gli atleti organizzano a modo loro quello che hanno appreso riflettendo sui processi svolti e sulle decisioni che hanno comportato.

Concezione di conoscenza innovativa:

È basata sulla ricerca costante applicata, su divergenza di pensiero dal noto, su chiarezza teorica e metodologia coerente, su obiettivi sostenibili e verificabili.

Essere innovativi va nella direzione di saper tenere insieme la complessità senza scomporla con un approccio riduzionistico.

La costruzione di conoscenza nuova (sia dei giovani, sia degli adulti) si esplica attraverso l’attività quotidiana. La conoscenza è ancorata nel contesto in cui le attività si sviluppano e, da questo, indirizzata. Il significato si sviluppa ed è presente nella mente di chi conosce; una realtà è approcciabile da una molteplicità di prospettive.

In breve: La natura complessa della costruzione di conoscenza richiede l’immersione in una esperienza di apprendimento in un contesto altrettanto complesso costituito da una ricca varietà di opportunità, di stimoli, di risorse.

La concezione di allenamento che ne deriva e di modalità di lavoro sistemico con tutti gli attori (staff integrato):

Il nostro approccio metodologico si basa sul presupposto che per formare un calciatore sia necessario allenarlo nella complessità del gioco.

  • Non possiamo scomporre l’allenamento.
  • Nel gioco possiamo allenare tutte le capacità condizionali in funzione delle richieste del gioco stesso.
  • Forza, velocità, resistenza devono essere funzionali al gioco. Non necessariamente valori massimali determinano una maggiore qualità del giocatore. Spesso è vero anche il contrario!
  • Allenamenti specifici di tipo preventivo possono avere un significato collegato con gli adattamenti monodirezionali che inevitabilmente la performance induce, ma non possono mai essere sostitutivi dell’allenamento specifico e totalmente aderente alla realtà del gioco.

Concezione di Organizzazione ed efficacia organizzativa.

Organizzazione come essere vivente con momenti di vita diversi (rilancio, crisi, crescita, verifica…), valore della diversità (capitale umano da valorizzare), necessità di sintesi, obiettivi chiari per essere efficace; divergenza per poter innovare; visione esplicita e riferimenti concettuali chiari con finalità di formazione-produzione di giocatori per prima squadra o mercato di riferimento.

DI SEGUITO LA BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO:

Bernstein, N. A. (1967). The Co-ordination and Regulation of Movements Pergamon Press Oxford 1967 Search in.
Bortoli, L., & Robazza, c. (2016). L ‘apprendimento delle abilità motorie. Due approcci tra confronto e integrazione. SDS-Rivista di cultura sportiva,109(1), 23-34.
Cassese, F. P. (2013). Rethinking educational processes in multi-centred forms that enhance the value of the formative path: Parallelisms between learning and physical training.
FORMAZIONE & INSEGNAMENTO. Rivista internazionale di Scienze dell’educazione e della formazione, 11(2), 143-150.
Canadian Sport Institute Canadian Sport for Life -Long-Term Athlete Development Resource Paper 2.0. British Columbia, Canada: Sport for Life, 2014
Carlin C. . Le Gall F., Reilly T., Williams A.M., Do anthropometric and fitness characteristics vary according to birth date distribution in elite youth academy soccer players? Scandinavian Journal of Medicine and Science in Sports, novembre 2008 Chow, J.Y). Non linear Learning Underpinning Pedagogy: Evidence, Challenges, and Implications, Quest, 2013.

Cobley s.. McKenna J., Baker J.. Wattie N., How pervasive are relative age effects in secondary school education?, Journal of Educational Psychology 2009

Lloyd R., Oliver J., The Youth Physical Development Model, Strength and Conditioning Journal, Giugno, 2012
Lloyd R.S.. Oliver J.L.. The Youth Physical Development Model: A New Approach to Long-Term Athletic Development, Strenght & Conditional Journal, 2012
Malina R.M., Growth and maturation of child and adolescent track and field athlets, Centro studi e ricerche, FIDAL, Roma, 2006
Schmidt R.A.. Lee T.D., Motor learning and performance: From principles to applications(5th ed.), Champaign, IL, Human Kinetics, 2014.
Van Hooren B.. De Ste Croix M.,Sensitive Periods to Train General Motor Abilities in Children and Adolescents: Do They Exist? A Critical Appraisal, Strength and Conditioning Journal 2020.
Apidogo JB, Burdack J, Schöllhorn WI. Repetition without Repetition or Differential Learning of Multiple Techniques in Volleyball? International Journal of Environmental Research and Public Health. 2021; 18(19):10499.

Coutinho, Diogo & Santos, Sara & Gonçalves, Bruno & Travassos, Bruno & Wong, Del P. & Schöllhorn, Wolfgang & Sampaio, Jaime. (2017). Effects of a Differential Learning and Physical Literacy Training Program on Forwards Performance (Youth Soccer).

Frank TD. Michelbrink M, Beckmann H, Schöllhorn WI. A quantitative dynamical systems approach to differential learning: self-organization principle and order parameter equations. Biol Cybern. 2008;98(1):19-3I.

Hanlon RE. Motor learning following unilateral stroke. Arch Phys Med Rehabil. 1996;77(8):81 1-815. Johnson, D. w.

Johnson, R. T.. & Smith, K. (2007). The State ofCooperative Learning in Higher Education and Professional Settings. Educational Psychology Review, 19(1). 15-29.

Kjaer, T. w., Bertelsen, c., Piccini, P., Brooks, D., Alving, J., & Lou, H. C. (2002). Increased dopamine tone during meditation-induced change of consciousness. Cognitive Brain Research, 13(2), 255-259.

Kelso JAS, Dynamic patterns. Cambringe (MA): MIT Press; 1995.

Merz, Christian & Henz, Diana & Schöllhorn, Wolfgang. Eeg brain activation patterns in differential and repetitive soccer dribbling and shooting training, 2017.
Mohammadi Orangi B, Yaali R, Bahram A, et al. Motor learning methods that induce high practice variability reduce kinematic and kinetic risk factors of non-contact ACL injury. Hum Mov Sci. 2021; 78:102805.
Ozuak, Ali & Çağlayan, Atakan. (2019). Differential Learning as an Important Factor in Training of Football Technical Skills. Journal of Education and Training Studies. 7. 68. 10.11114/jets.v7i6.- 4135.

Ranganathan R, Newell KM. Changing up the routine: intervention-induced variability in motor learning. Exerc Sport Sci Rev. 2013:4I(1):64-70.
Santos, s.. Coutinho, D., Gonçalves, B., Schöllhorn, W. Exploring the Differential Learnig routes on creative and Tactical Behaviour in Association
Football Players, 2017.
Santos S., Coutinho D., Gonçalves B, Schöllhorn W, Sampaio . Leite N. Differential Learning as a Key Training Approach to Improve Creative and Tactical Behavior in Soccer, Res Q Exerc Sport. 2018;89(1): 1 I-24.
Schollhorn W. I.,P. Hegen, K. Davids. “The Nonlinear Nature of Learning - A

Ashwin A. Phatak, Saumya Mehta, Franz-Georg Wieland Mikael Jamil3, Mark Connor, Manuel Bassek & Daniel Memmert (2022) Context is key: normalization as a novel approach to sport specific preprocessing ofKPI’s for match analysis in soccer . Scientific Reports l2:1117


Breivik G. (2014). Sporting knowledge and the problem of knowing how. J. Philos. Sport 41 . 143-162. doi: 10.1080/00948705. 2014.911102

Breivik G.(2016). The role of skill in sport. Sport Ethics Philos. 10. 222-236. dot: 10.1080/17511321. 2016./217917

Gabbet T(2009). Game-Based Training. for Improving Skill and Physical Fitness in Team

Sport Athletes, International Journal oj rSports Science & Coaching June DOI: 10./260/174795409788549553

Larsen, C. Alfermann, D.. and Christensen, M. (2012). Psychosocial skills in a youth soccer academy: A holistic ecological perspective. Sport Sci. Rev. XX7, 51-74. doi. 10.2478/v10237-012-0010-x

Mustafovic. E. Causevic D.. Et Al. (2020) Talent Identification in Youth Football: H Systematic Review .J. Anthr. Sport Phys. Educ. 4 (2020) 4: 37- 43

Murr D.Feichtinger P.Larkin P O 'Connor D, Ho ner o (2018) Psychological talent predictors in youth soccer: A systematic review ofthe prognostic relevance of psychomotor, perceptual- cognitive and personality-related factors. PLOS ÓNE 13(10): e0205337. https: //doi.org/10.1371 journal.pone. 0203337

Ravn S(2022) Embodied Learning in Physical Activity: Developing Skills and Attunement to Interaction. Frontiers Sports Act. Living 4:795733. doi: 10.3389 fspor 2022. 795733

Reverberi E.,D’Angelo C, Littlewood MA and Gozzoli CF (2020). Youth Football Players Psychological Well-Being: The Key Role of *Relationships.
Frontiers Psychol. 11:567776. doi. 10.3389/fpsyg 2020.56777

Stewart A. Vella, Lindsay G. Oades & Trevor P. Crowe (2013) The relationshıp between coach leadership, the coach athlete relationship, team
success and the positive developmental experiences of `adolescent soccer players, Physical Education and Sport Pedagogy, 18:5, 549-561, DOI:
10.1080/17408989. 2012.726976

Wylleman, P., Reints, A., and De Knop. P. (2013). A developmental and holistic perspective on athletic career development. Manag. High Perform.
Sport 13. 159-182.
Woods CT, McKeown I, Rothwell M, Araújo D, Robertson ‘and Davids K (2020) Sport Practitioners as Sport Ecology Designers: How Ecological Dynamics Has Progressively Changed Perceptions of Skill “Acquisition” in the Sporting Habitat. Front. Psychol. 11:654. doi:
10.3389 fpsyg 2020.00654

“Talent identification and development in sports performance” Edited by: Nuno Leite, Alberto Lorenzo Calvo, Julio Calleja-Gonzalez, Bruno Goncalves and Sean Cumming.
Published in : Frontiers in Sports and Active Living and Frontiers in Psychology. 2022.

4 risposte

  1. Sentito e risentito le tue idee. Quanto mi sei di aiuto. Ed è un modo di pensare che condivido. In pieno. E che ho dei riscontri in campo Un caro saluto Filippo e grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche